Privacy Policy

NeverSayCooking – Mai dire..

NSC è perché non si tratta di cucinare, tutti sappiamo cucinare, tutti dobbiamo nutrirci, mettere qualcosa nel piatto. Qui non si tratta di questo. Qui si tratta di espressione, di dare sfogo ad una necessità interiore, convertire le emozioni in qualcosa che sia riproducibile attraverso le mani e che, in questo caso, torni a noi attraverso la bocca, il gusto, l’olfatto, la memoria.

NSC è perché cucinare non è esattamente quello che faccio. Quello che faccio è rispondere a un bisogno quasi fisiologico, necessario alla mia sopravvivenza, e non si tratta di riempire la pancia ma di riempire me stessa e poter condividere me stessa con gli altri.

Sperimento, combino, rintraccio, ricerco, studio, osservo, approfondisco…  Assaporo, alle volte prima con la mente, per poi magari sbagliare e allora farmi sorprendere da qualcosa di nuovo e inaspettato o semplicemente trovarmi a dover stravolgere i piani e riconvertire il risultato.

È il modo in cui le cose si combinano tra loro. La luce che c’è in una stanza, il tempo, l’opacità dello smalto di un piatto, l’aria e gli odori che entrano da una finestra, una scorticatura sul piano da lavoro, una crepa del muro esterno in cui è nata una pianta piena di fiori, il rumore che fa il vento, il sentimento che ci riempie il cuore in quel momento e il pensiero che ne è scaturito; sono tutti ingredienti di una ricetta, quelli che non si trovano scritti sui libri di cucina.

NSC è il modo in cui tutti questi ingredienti interagiscono fra loro e dentro di me. È chimica o magia o perché no una non esclude l’altra.

È un processo affascinante che cercherò di condividere con voi nella maniera più fedele. Perché, infondo, quello che ho bisogno di esprimere per me stessa lo faccio affinché gli altri possano goderne almeno quanto me, e quale posto migliore per goderne insieme se non a tavola!

 

Faridè

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *